Lido – Malamocco- Alberoni

Alberoni

9c10cc29-98e7-41f6-8ed4-909206669229_590_590_0Gli Alberoni sono una piccola località del Comune di Venezia, posta all’estremità meridionale del litorale del Lido di Venezia tra il mare, la bocca di porto e la laguna a poca distanza dall’antico abitato di Malamocco; gli Alberoni appartengono alla municipalità di Lido-Pellestrina costituita nel 2005 dagli ex quartieri 3 e 4[1].

La denominazione è la corruzione lessicale dell’antica Albaiones derivante a sua volta dalla radice latina albus (bianco) relativa al biancore dei montones (dune) litoranei[2].

Una pianta di Nicolò dal Cortivo del 1530 ne mostra dettagliatamente la antica topografia in cui compaiono zone di spiagge litoranee, formazioni a dune e coltivazioni a vigneto.

Vi si trovano due fortificazioni antiche, risalenti una al XVI secolo e l’altra al XIX secolo.

Il paesaggio è caratterizzato da alte dune sabbiose che fanno parte di un’oasi protetta gestita a cura del WWF Veneto e del Comune di Venezia in accordo con la Provincia di Venezia[3] e da una vasta pineta gestita dai Servizi Forestali Regionali di Treviso e Venezia.

Completa l’aspetto paesaggistico la presenza di un campo da golf a 18 buche, creato nel 1930 e in cui i percorsi di gioco si alternano ad aree boschive.2649301304_d1fbb37b7f

La spiaggia è in gran parte libera. Vi è anche uno stabilimento balneare attrezzato con capanne, camerini e ombrelloni affittabili giornalmente.

Due strutture sanitarie dei Camilliani sono presenti dal 1928: la casa di riposo “Stella Maris” e l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) San Camillo, ospedale neuroriabilitativo.

In prossimità del faro Rocchetta, in un’alta torre di controllo situata all’inizio del molo nord di Malamocco, vi è la sede della Corporazione Piloti dell’Estuario Veneto.

Dagli Alberoni (località Rocchetta) partono i collegamenti con ferry boat per Pellestrina.

Lido

Il Lidospiaggia_big di Venezia (anche detto semplicemente Lido, in veneziano Lido de Venesia o Lido) è una sottile isola che si allunga per circa 11 km tra la laguna di Venezia ed il mare Adriatico, delimitata dai porti di San Nicolò eMalamocco, collegata alla città ed alla terraferma solamente mediante vaporetti di linea e motozattere per il trasporto di veicoli (ferry-boat).
È una delle poche isole della laguna su cui sono presenti strade carrozzabili; è presente anche un piccolo aeroporto turistico.

Con la vicina isola di Pellestrina costituisce una municipalità del comune di Venezia.

Il toponimo Lido si riferisce, nello specifico, al centro abitato principale, distinto da altre località dell’isola comeMalamocco e gli Alberoni.

Malamocco

Malamocco è una piccola località del comune di Venezia, situata nella parte meridionale dell’isola del Lido, alla cuimunicipalità appartiene[1], ed erede dell’antica Metamaucum. È circondata da uno stretto canale, residuo dell’anticoporto che qui si trovava, che la separa dal resto del Lido, con cui tuttavia costituisce un tutt’uno di fatto.

L’abitato dà inoltre il nome all’attuale bocca di porto, situata alcuni chilometri più a sud e nota anche come porto degliAlberoni, principale ingresso dei mercantili diretti alle banchine di Marghera e al Porto di San Leonardo.

Vi sorgono:

la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, del secolo XII e rimaneggiata nei secoli XIV e XVI;
il gotico Palazzo del Podestà (XV secolo);
il forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *